associazione per il miglioramento ambientale di Castione
associazione per il miglioramento ambientale di Castione

SIAMO AL DUNQUE

 


Associazione per il miglioramento ambientale di Castione

Siamo al dunque. Dopo due legislature di promesse non mantenute e progetti svaniti nel nulla, anche per la pochezza dei promotori, siamo di nuovo ai piedi della scala. Castione merita di meglio. I politici hanno solo amministrato il villaggio e hanno perso diverse occasioni per dimostrare quanto a parole hanno promesso. I cittadini si ritrovano abbindolati da faraoniche astuzie e dovranno recarsi alle urne per l'ennesima volta e scegliere finalmente persone sensibili al problema di una pianificazione completa. Buone prospettive s’intravvedono con la scelta degli undici firmatari sulla mozione Boggia - Cattaneo.

C’è da sperare che saremo governati per i prossimi 4 anni da teste autonome, propositive.

 

Gli abitanti, in passato, senza essere luminari della gestione del territorio, hanno tentato di dire la loro.

Hanno bloccato:

  1. 1)lo smaltimento dei rifiuti,
  2. 2)la costruzione di nuovi magazzini comunali,
  3. 3)le spese inutili par acquistare terreni sopravalutati,
  4. 4)l'ampliamento del centro COOP,
  5. 5)la questua dei contributi di miglioria;

hanno limitato:

  1. 1la riapertura delle cave,
  2. 2il riassetto di via Cantonale per posteggi inadeguati;

hanno richiesto il riordino dell'entrata nord del paese e

hanno criticato aspramente il megalomane progetto di città mercato abbinato alla variante del piano regolatore che apre comunque le porte a bordelli e allo stadio.

Non ipotizziamo quindi ideali avulsi dalla realtà ma proposte concrete e realizzabili, soluzioni a vantaggio della popolazione con buone ricadute fiscali. Riteniamo di essere cittadini attivi, non solo consumatori passivi.

Le attese del cittadino di Castione sono strettamente legate ad una pianificazione completa che non tralasci interventi necessari anche all’interno del paese, quali

  • la moderazione della velocità,
  • i marciapiedi doppi nelle vie trafficate,
  • l’eliminazione totale di traffico vicino alle scuole elementari,
  • la riduzione del traffico parassitario su Via Cantonale.

 

Questi stessi cittadini hanno visto passare davanti ai loro occhi allettanti soluzioni, con valore aggiunto per la comunità, anche per colpa dell'inerzia di chi continua a non attivarsi e a restare laconicamente monotematico.

Da Preonzo alcune promettenti ditte hanno cercato nuovi sbocchi nelle vicinanze.

L’Ecotecnology, la Genazzi & Artioli, pure la Swatch di Hayeck, con una succursale in Ticino, è approdata altrove.

L’AMICA stessa si è attivata per promuovere l’ubicazione della Polizia Mobile e Stradale della Polcantonale in zona industriale di Castione. Diversi Gran Consiglieri hanno sostenuto quest’opportunità perché offre condizioni ideali anche per altri servizi (pompieri e Guardie di confine.)

Ebbene dove erano i "nostri" per accaparrarsi queste attività molto interessanti e competitive? Erano e sono legati a doppie mani alla malsana idea di portare uno stadio a Castione, abbagliati da promesse di personaggi che sono sempre a due metri dal traguardo, con un investimento che non porterà nessun beneficio alla comunità se non insostenibili imposte per l'eternità: gli esempi in Svizzera non mancano.

 

E`venuta quindi l’occasione di recarsi alle urne, dare uno scossone a una politica ristagnante e cercare di consegnare democraticamente il potere nelle mani di giovani, anche inesperti di politica, ma che abbiano il coraggio di decidere autonomamente quali siano le soluzioni sostenibili da attuare.

Marzo 2012                                                                             Il comitato AMICA