associazione per il miglioramento ambientale di Castione
associazione per il miglioramento ambientale di Castione

PEDALANDO...

Andando in bicicletta, pedalando senza fretta…..

 

Titolo preso dalla notissima canzone di Riccardo Cocciante

 

 Cool

Grande novità nel piano di sistemazione del Comparto di Castione. C’è la ciclopista. Ma la ciclopista c’è già ora. Che promotori delle sistemazione di Castione non ne siano accorti? La gente di Castione invece si.

Questa novità è emersa durante un'informazione con Amica. La ciclopista sarà invece solamente dislocata una trentina di metri più a est dell’esistente. Gran intervento!

 

Un gentile visitatore del sito molto attento ci segnala quanto segue in merito appunto a queste due righe riportate sopra:

 

L'ordinanza federale sulla circolazione stradale definisce infatti "ciclopiste" (o "piste ciclabili") quelle strade destinate AL SOLO traffico di biciclette, mentre in tutto il cantone Ticino - tranne pochi metri sparsi qua e là - si trovano solo corsie ciclabili (quelle delimitate dalla famigerata striscia gialla) o strade secondarie destinate ANCHE al traffico ciclistico. Questa è la situazione di Castione. La differenza sembrerà minima, ma ho notato che in numerose occasioni, parlando della viabilità su due ruote, i rappresentanti delle istituzioni hanno vantato dati e cifre che non corrispondono alla realtà, creando così nel pubblico (sia nei residenti sia nei potenziali turisti) convinzioni false, tanto che in una pubblicazione ufficiale edita dal Dipartimento del territorio si legge che in Ticino vi sarebbero oltre 250 km di ciclopiste! Per semplice onestà intellettuale sarebbe quindi preferibile dire le cose come realmente sono.Personalmente ritengo che un percorso ciclabile a Castione, per quanto utile a un turista o a un gitante della domenica, non rappresenti un grande aiuto a chi decide di spostarsi quotidianamente in bicicletta (come mi capita di fare per recarmi al lavoro nei mesi estivi); molto più importanti sarebbero una migliore gestione del traffico e, ad esempio, l'introduzione di zone a velocità limitata (30 km/h) nelle aree urbane e residenziali. D'altra parte, il progetto Tilo potrebbe rappresentare l'occasione buona per fare applicare finalmente una legge cantonale che imporrebbe di realizzare piste ciclabili ad ogni intervento di sistemazione della rete stradale (legge sulle strade, art. 6). La legge è del 1983:probabilmente al DT nessuno la conosce.

 

Amica ha riferito unicamente quello che gli è stato comunicato dai promotori.

Ha ragione l’attento lettore a fare questo distinguo. Le ciclopiste sono piste delimitate fisicamente e sono un’identità a se stante, invece le piste ciclabili sono realizzate a fianco delle strade comuni.

Deduzione: non farsi ammagliare dalle parole, ne vengono pronunciate troppo e anche a sproposito.