Giornaletto distribuito a tutti i fuochi di Castione-Arbedo

AMICA

                                L’ALTRA VOCE

Anno XVI                                Speciale votazioni comunali                                     2024

 

A Castione l’Associazione AMICA è presente sul territorio da oltre 15anni.

In questo tempo è intervenuta in molte occasioni, in particolare:

  • ha gestito il territorio,
  • ha informato la popolazione sui progetti che coinvolgevano Castione,
  • ha sostenuto i cittadini che chiedevano aiuto nei rapporti con le autorità comunali,
  • ha suggerito le soluzioni più idonee per gli abitanti e il territorio di Castione,
  • e si è opposta a soluzioni ritenute inopportune o poco sensate.

 

In un Comune l’allestimento del Piano Regolatore (PR) determina le scelte future che l’Autorità deve ossequiare!

 

Un buon PR dovrebbe avere una durata di almeno una ventina d’anni e non richiedere continue correzioni e varianti.

 

A Castione invece, in questi anni, i cittadini attenti hanno constatato che il numero delle varianti di PR è stato tale da dimostrare confusione, mancanza di visione e spesso incompetenza da parte di tutte le forze politiche.

L’elenco delle varianti non depone certo a favore di chi gestisce il Comune e cioè:

  • variante per la zona industriale (J1) che doveva ammettere l’insediamento della Thermoselect, poi si è passati a zona sportiva (stadio Giulini) e zona commerciale, (Iemi), immaginati (ma mai realizzati) abbinati alla tragicomica vicenda dell’innovativo “quartiere a luci rosse” (zona J2),
  • variante per insediare i magazzini comunali,
  • variante per il comparto scuole (218),
  • variante zona stazione TILO con zona mista (218),
  • variante cave,
  • variante ciclopista via retica (2023)
  • variante via Cantonale.

Ad oggi il Municipio si è visto costretto ad ammainare bandiera, tranne per via Cantonale, la cui soluzione è scaturita dal progetto gratuito di un privato cittadino, membro di AMICA, forzatamente accettato dal Comune.

Per la zona industriale, in stasi ormai da un trentennio, si confida sulle potenzialità di infrastrutture a valore aggiunto che dovrebbe insediarsi nella ormai inesistente “zona industriale”

Al momento il valore aggiunto è dato dalla ditta Belbenna la cui attività fa perdere valore alla zona

L’unico imprenditore che ci ha creduto in questa zona sono le FFS con le Officine, arrivate a Castione non per scelta del Municipio o del Consiglio comunale.

A questo punto sorge un interrogativo politico per le imminenti votazioni Comunali.

Il cittadino elettore dovrà ancora riporre fiducia nei candidati che hanno sbagliato per anni?

Inoltre non è comprensibile l’atteggiamento di diversi cittadini illustri del paese che, dogmaticamente, se la prendono con l’Associazione mentre fanno scena muta nei confronti del Municipio e del Consiglio Comunale.

Sono l’Esecutivo e il Legislativo che gestiscono il territorio ma continuano a sbagliare la pianificazione sperperando troppe somme di denaro dei cittadini, sborsate con le imposte.

Il nuovo Consiglio Comunale dovrà studiare e approfondire i diversi dossier con serietà e competenza dimostrando di essere slegati dai capetti politici che decidono quando annuire senza batter ciglio.

AMICA pertanto continuerà nel monitoraggio, nel controllo e nella denuncia della gestione errata del territorio.

Impressum

Associazione per il miglioramento ambientale di Castione

                                                                                                         Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

                                                                                                          www.amica-castione.ch

Aprile 2024

                                                                                                   

 

Copyright © 2024 Amica Castione. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.